Synthesi 2007 – Paternoster – Aglianico del Vulture doc

Published on: mar 17 2011 by Giuseppe

Synthesi+grottaScritto da Giuseppe

L’azienda Paternoster è una delle storiche cantine della Basilicata, nata nel lontano 1925 , oggi più rigogliosa che mai, ha da poco inaugurato la nuova splendida cantina di Barile, Paternoster è tra i portavoce della Basilicata vinicola nel mondo. Una produzione di poco superiore alle 150.000 bottiglie, suddivise in 7 diverse etichette, 5 di queste sono differenti espressioni di aglianico del vulture, le altre sono un fiano e un moscato dolce.

Il Synthesi è probabilmente l’etichetta più conosciuta tra la produzione di Paternoster, forse perchè è l’aglianico con il miglior rapporto qualità prezzo, un vino per il quale non c’è bisogno di fare cambiali per poterlo acquistare e che ripaga con una beva eccezzionale.

L’annata 2007 l’ho degustata nuovamente a distanza di qualche mese durante una degustazione alla cieca di 12 aglianici del vulture, i “degustatori” erano tutti esperti di aglianico del vulture, potrei coniare un nuovo termine, eravamo tutti “aglianichisti“.
Tra i 12 vini in degustazione (tutti della stessa fascia di prezzo), all’unanimità soltanto 3 di questi ci avevano colpito in particolar modo, quando siamo passati al ri-assaggio dei 3 selezionati, uno di questi spiccava rispetto agli altri per profondità di profumi, per la sapidità e la lunghezza del retrogusto che rimaneva in bocca per tanto tempo, molto di più dei precedenti campioni, ciò che più ci ha colpito, però, è stato certamente il fatto che fosse un aglianico vero, sul quale non erano presenti massicci interventi per cercare di smorzarne l’impeto travolgente del vitigno, nè un vino legnoso nè tantomeno un aglianico annacquato con merlot o chissà cos’altro.

Synthesi+Angioletto2Eravamo tutti d’accordo, il campione numero 4 era il preferito da tutti, abbiamo scoperto le bottiglie e svelato i nomi dei vini, ecco che il numero 4 corrispondeva al Synthesi 2007 di Paternoster.

Un Synthesi così non lo si vedeva da un pò, naso davvero ricco, profumi intensi ed ordinati, amarene, ciliegie, frutta a bacca rossa. Perfetta la corrispondenza al palato, entra morbido e avvolge tutto il palato, tannini possenti e bilanciati, ottima persistenza gusto-olfattiva che si chiude con accenni di spezie e tabacco, frutto della permanenza per un anno in botti di legno e per circa 2 mesi in barriques.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Filed under: Recensione vini
Tags: , , , ,

One Comment to “Synthesi 2007 – Paternoster – Aglianico del Vulture doc”

  1. [...] Synthesi 2007 – Paternoster – Aglianico del Vulture doc venerdì, marzo 18, 2011 [...]

Leave a Reply

*

*