Utili consigli per conservare il vino in casa

Published on: gen 04 2011 by Giuseppe

Scritto da Giuseppe

Prima di elargire alcuni consigli per una corretta conservazione del vino in casa vorrei chiarire che non vale per tutti i vini il discorso secondo il quale “più invecchia, meglio è”, anzi, a dire il vero, detto così non vale per nessun vino in quanto i vini sono materia vivente e come ogni cosa o essere vivente, vivono all’interno di una parabola che simboleggia la loro vita, composta da una parte ascendente, di un apice (in cui esprime il massimo) e di una parte inevitabilmente discendente. Detto ciò, ci sono vini la cui parabola è lunga 2 anni e altri la cui parabola può durare anche 50 anni. Per cui se in garage avete qualche bottiglia del vostro bisnonno datata 1900, che custodite gelosamente perchè volete aprirla solo quando si presenterà un’occasione specialissima e credete che per quanto è vecchia sarà strepitosa… sappiate che molto probabilmente sarà imbevibile.

Crollato il primo mito passiamo subito ad altre doverose precisazioni:

- Non è vero che tutti i vini rossi migliorano con il tempo! La maggior parte dei vini in commercio sono ottimi già nel momento in cui li acquistate, altri invece, danno il meglio di sè dopo qualche anno di corretta conservazione. In maniera molto semplicistica possiamo dire che vini di pochi euro difficilmente hanno grande longevità, vini più costosi invece, generalmente hanno una vità più lunga e potranno riposare in bottiglia per qualche anno o per decenni (a seconda del vino) migliorando le proprie caratteristiche gusto-olfattive. Molto dipende anche dai vitigni, alcuni come l’aglianico del vulture, sono più predisposti all’invecchiamento, altri come ad esempio il negroamaro meno.

- I vini bianchi vanno bevuti entro l’anno. Generalmente è vero per gran parte dei vini bianchi in commercio, tranne alcuni che possono permettersi l’invecchiamento e mantenere buona freschezza, acidità e aromaticità anche dopo qualche anno di invecchiamento.

Veniamo ora ai consigli per una corretta conservazione del vino in casa:

- Bottiglie in posizione orizzontale. Ciò permette al tappo di sughero di rimanere sempre bagnato e di non perdere elasticità, se ciò accadesse l’ossigeno potrebbe permeare il tappo molto più facilmente accellerando il processo di ossidazione per il vino contenuto all’interno della bottiglia.

- Al riparo dalla luce. La luce è nemica del vino, specie per i vini bianchi, rosati, spumanti e champagne. Conservateli, quindi in luoghi bui o proteggete le bottiglie avvolgendole con della carta o riponendole in delle scatole, sempre in posizione orizzontale!

- La giusta umidità. L’ideale sarebbe conservare le vostre bottiglie in un luogo la cui umidità si aggira intorno al 70%, pertanto se non vi è possibile accendere un climatizzatore e impostarlo a temperatura e umidità costante nella stanza dove tenete riposte le votre bottiglie di vino, il consiglio è quello di avere nelle viinanze delle vostre bottiglie di vino, una bacinella ricolma d’acqua, in maniera tale che aiuti a tenere sempre costante un certo tasso d’umidità che aiuterà anch’essa l’elasticità del tappo. Attenzione però, la troppa umidità favorisce la formazione di muffe che sono origine di sgradevoli odori.

- Temperatura costante. La giusta temperatura è intorno ai 15°, da evitare assolutamente gli sbalzi di temperatura, tenere lontano le bottiglie da caloriferi e altre fonti di calore che farebbero salire la temperatura quando accesi per poi subire un calo quando spenti.

- Al riparo dagli odori. Seppur in maniera minima, il tappo consente lo scambio di aria con l’esterno, quindi anche gli odori in essa contenuti che potrebbero quindi influire sul vino. Da tenere assolutamente lontani prodotti con forti odori come solventi, vernici e quant’altro possa emanare odori penetranti.

Questi in linea di principio gli accorgimenti da tener presente quando abbiamo la necessità di conservare delle bottiglie di vino non avendo a disposizione una vera e propria cantina. Buone bevute a tutti!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Filed under: Recensione vini
Tags: , ,

5 Comments to “Utili consigli per conservare il vino in casa”

  1. [...] Utili consigli per conservare il vino in casa 4 gennaio 2011 Nessun Commento FONTE: Sapori dei sassi Blog [...]

  2. Gunther scrive:

    Un post molto utile, perchè spesso noto che servono vini un po come dire passati o male conservati, è un peccato e complimenti per il post

  3. [...] This post was mentioned on Twitter by luca ferraro, Sapori dei Sassi. Sapori dei Sassi said: RT @vinicolamente: Utili consigli per conservare correttamente il vino in casa http://bit.ly/hqXe44 [...]

  4. Giuseppe scrive:

    Grazie Gunther!

  5. arance scrive:

    Ottimo, Grazie mille… e Buone feste ancora!!!!

Leave a Reply

*

*