Agnello con i lampascioni

Published on: apr 26 2010 by Angela

Agnello con i lampascioniMa lo sapete che io fino a poco tempo fa “odiavo” l’agnello?  Che scema, eh?  Effettivamente si, e se vi racconto come ho iniziato a mangiarlo penserete che lo sono ancora di più!

Tutto è iniziato dal solito “trucchetto” che usava mia madre quando ero piccola per farmi mangiare cose che in apparenza proprio non mi andavano giù, ma qusto trucchetto funziona ancora oggi, nonostante siano passati degli anni…  In cosa consiste il trucchetto? Semplice: mi ha fatto mangiare l’agnello spacciandolo per pollo!!!

Era una domenica, eravamo al mare e c’era questo pezzo d’agnello dal colore molto chiaro e vi giuro che sembrava pollo!  Me l’ha dato, l’ho mangiato, l’ho gustato, mi sono anche leccata i baffi (non avevo ancora fatto la ceretta! ;)) e le ho anche detto “Ma oggi questo pollo è davvero saporito! Ce n’è ancora un altro po’?“. Mia madre rideva sotto i baffi (anche lei ancora non l’aveva fatta la ceretta….ahahahaha). Terminato il pranzo mi ha detto “Piaciuto l’agnello, eh? “. Che figura da vero pollo! (è proprio il caso di dirlo!)

Da allora preferisco l’agnello al pollo e, ormai, lo mangio in tutte le salse.  Ma, tra i condimenti che preferisco, da buona lucana a 15 kilometri dal confine con la Puglia, ci sono i famosi lampascioni, cipollotti selvatici dall’alto potere afrodisiaco.

Ecco, adesso vi scrivo la ricetta.

AGNELLO CON I LAMPASCIONI

Ingredienti:

1 Kg di agnello

1Kg di lampascioni

3 spicchi d’aglio

2 bicchieri di vino bianco secco

prezzemolo, sale, olio extravergine d’oliva q.b.

Procedimento:

Pulite i lampascioni asportando la base con le radici.  Lavateli e fate un piccolo taglio a croce sulla base.  Teneteli in ammollo per una mezzoretta per eliminare l’amaro in eccessso.

Versate l’olio extravergine d’oliva in una casseruola e fate soffriggere l’agnello a fiamma alta insieme all’aglio ed ai lampascioni.  Quando la carne sarà abbbastanza dorata, aggiustare di sale, aggiungere il prezzemolo ed infine il vino bianco.  Lasciate sfumare, coprite la casseruola con un coperchio e fate terminare la cottura a fiamma bassa.  Togliete dal fuoco quando sia la carne che i lampascioni saranno ben cotti.  Se si dovesse rendere necessario, quando la cottura sarà quasi terminata, aggiungete un po’ d’acqua.

Disponete nei piatti e….buon appetito!

Per restare sempre aggiornato sui temi dell’enogastronomia del Sud Italia, puoi seguirci su Twitter e su Facebook

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Filed under: Ricette, Specialità enogastronomiche lucane, Specialità enogastronomiche pugliesi
Tags: , , ,

10 Comments to “Agnello con i lampascioni”

  1. [...] This post was mentioned on Twitter by Giuseppe Carlucci. Giuseppe Carlucci said: Inizamo subito subito…agnello con i lampascioni… http://bit.ly/dwkVTp Cosa sono i lampascioni? http://bit.ly/cLyjgs [...]

  2. Ornella scrive:

    Angela, anch’io non ho mangiato agnello fino ai 20 anni e pure i Lampascioni!!!!!
    Ho cominciato a mangiarlo di gusto dopo averlo assaporato in un piccolo paesino vicino Potenza! :)))) Mio nonno diceva: “Se tutti gli uccelli conoscessero il grano…”.
    Per me l’Agnello con i Lampascioni e secondo solo a quello con i Piselli!
    Bravissima come sempre!!!!
    Un bacio,
    Ornella

  3. Gaia scrive:

    Angela,
    mi hai fatto morire dal ridere, prima di tutto per la storia del pollo e di te che ci sei cascata come una pera cotta!! ahahah
    e poi, per questa storia della ceretta..!!! ahahah

    un bacione

  4. Gaia scrive:

    ps.
    i lampascioni! li ho fatti nella frittata del massaro, che aveva pubblicato tinuccia, una volta che li avevo trovati al mercato..
    molto particolari!
    baci di nuovo

  5. Angela scrive:

    Sono buonissimi anche quelli di Tinuccia!!!
    Pure io mi sono fatta un sacco di risate ricordando quanto sono cretina! ahahaahhahaahh

  6. Cuochella scrive:

    EHEHEEH! da brava donna mediterranea..i baffi si devono portare con orgoglio!!!
    io invece prima l’agnello lo mangiavo tranquillamente..poi me ne hanno fatto fare indigestione a casa del mio ragazzo..praticamente ogni fine settimana c’era agnello/capretto/capriolo…non ne potevo più!!!
    però il condimento sembra molto buono, immagino che abbia addolcito il sapore forte dell’ovino creando un intingolo irresistibbbbile..mmm mi lecco i baffi! (io non faccio la ceretta..li decoloro ;)))

  7. Angela scrive:

    @Giorgia: ahahahah…sono felice di sapere che la ceretta ai baffi sia un problema che ci accomuna tutte! ahahahah

  8. Grazia scrive:

    Ciao Angela, ma non sapevo che i lampascioni fossero pure afrodisiaci!! Tornata sù, mi son portata la scorta dalla mia bella Puglia e adesso devo trovare vari modi per consumarli ;D Questa tua ricettina é già in lista ;D
    Facendo in questo periodo le mie lunghe passeggiate per la Valpolicella ho scoperto che anche qui li trovo. Che sorpresa scopprirli su queste colline!!. Hai mai visto il fiore dei lampascioni? Splendido! Di un violetto carico e bellissimo. Appena potrò posterò la foto. Un bacio e a presto.

  9. Angela scrive:

    Ciao Grazia bella! Brava, fatti una scorpacciata di lampascioni e la sera….fuoco e fiamme! ;)
    Ma cosa mi fai leggere?!?! La Valpolicella c’ha rubato i lampascioni!!!! Nuooooooooooooooooooo….
    Vabbè, ma i nostri sono più genuini! ;)
    Si li ho visti i fiori e sono fantastici!

  10. [...] Non sapete cosa sono i lampascioni? Vuol dire che ancora non avete fatto una vacanza in Puglia e nel materano…ahiahiahiahiaiiiiiii.  Dovete assolutamente colmare questa lacuna e sappiate che, se passate da queste parti, non potrete sottrarvi: dovete assaggiarli!  I lampascioni sono dei cipollotti selvatici che crescono spontaneamente sulla Murgia materana e barese.  Hanno un colore rosa-violaceo e al gusto sono, come li definisco io, “piacevolmente amarognoli”.  I lampascioni costituiscono la base di molte ricette tradizionali pugliesi e lucane: anche se si usano principalmente sott’olio, essi vengono spesso semplicemente lessati e poi conditi con olio e aceto, oppure vengono utilizzate per preparare frittate, polpette, etc.  E come dimenticare l’agnello con i lampascioni? [...]

Leave a Reply

*

*