Cardoncelli al forno con lucanica piccante e uova

Published on: apr 12 2010 by Angela

Cardoncelli al fornoFinalmente, dopo una settimana di digiuno (solo nella scrittura!) vi presento un nuovo piatto della tradizione lucana e pugliese (mi riferisco alla Puglia più vicina alla mia città, Matera).  Avrei dovuto scrivere questa ricetta il giorno di Pasquetta, dato che questo piatto si prepara tradizionalmente proprio in questa occasione; purtroppo, però. gli impegni lavorativi me l’hanno impedito.

Si perché mentre tutti eravate in vacanza, magari già spaparanzati sulle spiagge del sud (visto che qui in Terronia c’era un sole splendido!), io ho lavorato come una pazza: era da tempo che non vedevo i Sassi di Matera così affollati di turisti provenienti da tutto il mondo! Cosa? Volete vederla anche voi? Beh, al Facefood ne avrete l’occasione…

Bando alle ciance, vi presento i Cardoncelli al forno! No, no, non si tratta dei funghi cardoncelli, è solo un esempio di omonimia.  Il “Cardoncello selvatico” è una pianta che cresce spontanea sulla Murgia, zona ai confini della Basilicata e della Puglia.  E’ una verdura molto apprezzata e che cresce solamente in questo periodo dell’anno.  E’ un piatto molto genuino e saporito, espressione della terra da cui trae origine.

Non siate scettici, assaggiatelo, vedrete che assaporerete con piacere tutto ciò che la mia terra è in grado di offrirvi!

CARDONCELLI AL FORNO CON LUCANICA PICCANTE E UOVA

Ingredienti per 4 persone:

1 kg di cardoncelli selvatici

200 gr di carne mista (agnello, pollo)

150 gr di olio extravergine d’oliva

100 gr di lucanica piccante

100 gr di Canestrato di Moliterno IGP grattugiato

150-200 gr di scamorza

2 cipolle bianche

3 uova

sale e pepe q.b.

Procedimento:

Pulite i cardoncelli selvatici e bolliteli in abbondante acqua salata per circa una ventina di minuti.  Mettete a soffriggere in una casseruola l’olio extravergine d’oliva, la cipolla tagliata a fette ed i pezzettini di pollo ed agnello.  Fate dorare, regolate di sale e pepe e, dopo aver aggiunto un litro d’acqua fate stufare a fuoco lento per circa 30 minuti.

In una teglia da forno, disponete un primo strato di cardoncelli bolliti, poi to stufato di carne, procedendo poi con le fettine di lucanica piccante, con la scamorza ridotta a dadini e cospargete il tutto con il Canestrato di Moliterno Igp grattugiato.  Chiudete tutto con un altro strato di cardoncelli su cui andrete a stendere le uova precedentemente sbattute e su cui spolvererete ancora un abbondante strato di pecorino.

Infornate la teglia e fate cuocere per 30 minuti a 160°C.

Buon appetito!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Filed under: Ricette, Specialità enogastronomiche lucane, Specialità enogastronomiche pugliesi
Tags: , , , , , , , , , , , ,

7 Comments to “Cardoncelli al forno con lucanica piccante e uova”

  1. Donato scrive:

    Ha un aspetto più che invitante! E’ un piatto che adoro mangiare :-D

  2. [...] This post was mentioned on Twitter by Sapori dei Sassi. Sapori dei Sassi said: I cardoncelli al forno…piatto tipico! slurp! http://bit.ly/dBIlNL [...]

  3. Gaia scrive:

    che profumo!!
    che delizia…
    come si fa a non venire a MAtera??

    ps. il muratore mi da il verdetto mercoledi’ sera.

  4. melandroweb scrive:

    Cardoncelli vera prelibatezza, la salsiccia lucanica altra delizia del palato.

  5. giusi scrive:

    Madonna che buoni i cardoncelli!?!? mi ricordo che la nonna li bolliva la sera prima della vigilia di natale per farli poi fritti il giorno dopo!!! mamma mia che ricordi e che sapori!!
    grazie per questo ricordo flash Angela! io sono pugliese della provincia di Bari e devo dire che, con tutto il rispetto per le cucine del mondo…. i nostri sapori così semplici e buoni non li ho trovati facilmente altrove!
    A proposito, su suggerimento di paoletta anice & cannella… aspetto notizie di come poter acquistare il libro del contest di puglia e basilicata a tavola!!
    Grazie!!
    Giusi

  6. Angela scrive:

    Ma certo Giusi, mancano ancora alcune foto e poi possiamo iniziare ad impaginarlo…non appena è pronto te lo dico! Grazie infinite per essere passata!

  7. filippo scrive:

    che spettacolo la cucina tradizionale italiana, ho scoperto i cardoncelli da poco, li voglio provare così; meno male che in questi anni slow food e Petrini hanno contribuito a rivalorizzare la terra,salvando tante specialità regionali..

Leave a Reply

*

*