Crêpe salata con spinaci, stracciatella e capocollo

Published on: feb 06 2012 by Angela

6811905085_40002980aa_bScritto da Angela

Ne avevo una voglia pazzesca!  E soprattutto la crêpe salata o dolce è la soluzione ideale quando si ha davvero poco tempo per cucinare e quando non si hanno a disposizione molti ingredienti per preparare qualcosa di più elaborato.

Oggi, per esempio, questo è stato il mio pranzo: il frigo era semivuoto, avevo solo degli spinaci già lessati nel congelatore, la stracciatella (straccetti di mozzarella con panna) e un trancio di capocollo da affettare.

Avevo poco tempo ed ho pensato che per preparare le crêpe ci vogliono davvero 5 minuti più una ventina di minuti di riposo della pastella.

E per il ripieno? Beh, ho usato quello che avevo in frigo: due ingredienti tendenzialmente dolci, spinaci e stracciatella, e uno che conferisse al piatto la giusta dose di sapidità, il capocollo di suino.

Mi raccomando alla qualità dei prodotti: la stracciatella non deve avere nessuna punta di acidità e il capocollo non deve essere per niente ossidato: ecco perché sarebbe preferibile avere in casa un piccolo trancio intero da affettare al momento.  Se il capocollo ha tracce di ossidazione, il gusto della crêpe salata farcita sarà estremamente sgradevole.

CREPE SALATA CON SPINACI, STRACCIATELLA E CAPOCOLLO.

Ingredienti (per 5-6 persone):

Per le crêpes: (io uso da sempre questa ricetta)
250 gr di farina 00
1/2 L di latte
3 uova
un pizzico di sale
40 gr di burro

Per la farcia:
1 Kg di spinaci
sale q.b
150 gr di capocollo di suino appena affettato
300 gr di stracciatella

Procedimento:

Pulite gli spinaci e lessateli in acqua salata sino a quando risulteranno appassiti.  Scolateli per bene e lasciateli raffreddare.
Preparate la pastella delle crêpes.  In una ciotola setacciate la farina, unite il sale e versate a filo il latte, mescolando ripetutamente cercando di evitare la formazione di grumi.  Sbattete le uova con una forchetta e versatele nella pastella.  Mescolate ancora per un paio di minuti.
Lasciate riposare la pastella per 20-30 minuti in un luogo fresco coperta da un canovaccio pulito.
Riprendete la ciotola con la pastella e versateci il burro fuso; mescolate brevemente, solo il tempo di far amalgamare il tutto.

Fate riscaldare la crepiera.  Versate al centro un mestolo di pastella e roteate la padella in modo tale che essa si distribuisca fino ai bordi.  Fate dorare per 2-3 minuti (vi accorgerete che la crêpe è cotta da quel lato quando inizia a distaccarsi) e, aiutandovi con una spatola lunga a punta tonda, girate la crêpe per farla cuocere dall’altro lato per un altro paio di minuti.  Ripetete l’operazione fino a quando non terminerete tutta la pastella.

Adesso procedete con la farcia.  Cospargete su metà crêpe uno strato di spinaci, poi la stracciatella e terminate con 2-3 fette di capocollo di suino appena affettato.  Chiudete la crêpe a mo’ di panino.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Filed under: Ricette, Specialità enogastronomiche lucane, Specialità enogastronomiche pugliesi
Tags: , , ,

2 Comments to “Crêpe salata con spinaci, stracciatella e capocollo”

  1. Gaia scrive:

    che bella luce e che bella crepe!

  2. MB scrive:

    capocollo e spinaci, la morte sua!

Leave a Reply

*

*