Fileja calabrese con nduja di Spilinga, pane fritto e pomodorini.

Published on: gen 27 2011 by Angela

Fileja-ndujaScritto da Angela

E’ da tempo che volevo provare la nduja in una ricetta tipica ma non mi era mai capitata l’occasione.  Da qualche giorno a questa parte, invece, abbiamo aperto il nostro negozio online di enogastronomia anche ai prodotti tipici calabresi.  Si perché la Calabria ha molto da offrire, è una regione piena di prelibatezze e avevamo tanta voglia di allargare i nostri confini virtuali.  E così, mi è arrivata direttamente dalla Calabria la Nduja di Spilinga e…come potevo evitare di provarla? Del resto, qualcuno si doveva pur sacrificare, no?! ;)

Ho deciso, così, di provare la nduja di Spilinga con un formato di pasta calabrese, i fileja.  Si tratta di cilindri di pasta che vengono arrotolati al “dinaculu”, un bastoncino di sparto che dà alla pasta una forma ricurva ed allungata.  A me son venuti “troppo ricci”: avrebbero dovuto avere una forma più allungata.  Mi scuso, pertanto, con tutti i calabresi: è stata la prima volta che li ho preparati ma, la prossima volta mi impegnerò di più.

La ricetta tradizionale calabrese prevede solamente i fileja (impastati semplicemente con acqua e farina, senza uova), nduja di Spilinga, pomodorini e una spolverata di pecorino calabrese.  Io, però, ci aggiunto anche delle briciole di mollica fritta per dare al piatto un tocco croccante.

FILEJA CALABRESE CON NDUJA DI SPILINGA, MOLLICA FRITTA E POMODORINI

Ingredienti (per 4 persone)

350 gr di Semola Senatore Cappelli

200 gr circa di acqua (dipende da quanta ne assorbe la farina)

3 cucchiai di Nduja di Spilinga

1/2 cipolla rossa di Tropea

50 gr di briciole di mollica di pane raffermo

una decina di pomodorini

una manciata di pecorino calabrese (io non l’ho messo)

olio extravergine d’oliva, sale q.b.

Procedimento:

Su una spianatoia, setacciate la farina a fontana e, versando l’acqua a poco a poco, impastate fino ad ottenere un panetto liscio e consistente.  Tagliate dei pezzettini di impasto e formate dei salsicciotti abbastanza sottili.  Spezzettate, poi, in dei cilindretti lunghi circa 4-5 cm e formate i fileja seguendo questo video.

Versate dell’olio extravergine d’oliva in una casseruola coprendo tutto il fondo e fateci soffriggere la cipolla di Tropea tagliata a fettine molto sottili.  Fate sciogliere nell’olio la nduja di Spilinga e aggiungete, quindi, i pomodorini precedentemente tagliati a metà.  Fate cuocere a fiamma alta per una decina di minuti.  Una volta che i pomodorini saranno leggermente appassiti, aggiungete le briciole di mollica e spegnete il fuoco quando la mollica sarà diventata croccante (attenzione a non farla bruciare! ;)).

Nel frattempo, lessate i fileja in abbondante acqua salata.  Una volta cotti, scolateli e versateli nella casseruola con la nduja e i pomodorini.  Fate saltare in padella e servite nei piatti.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Filed under: Ricette, Specialità enogastronomiche calabresi
Tags: , , , , ,

12 Comments to “Fileja calabrese con nduja di Spilinga, pane fritto e pomodorini.”

  1. Tery scrive:

    Ovviamente non posso non rispondere quando vedo i prodotti della mia terra…
    La ‘nduja è una vera golosità e aggiunta alla pasta dà una marcia in più!!
    Sono contentissima che avete iniziato a vendere anche i prodotti calabresi, meritano di essere conosciuti! :))
    un bacione!

  2. kitty's kitchen scrive:

    Ma che troppo ricci sono perfetti! :))
    Bellissimo primo!

  3. [...] Fileja calabrese con nduja di Spilinga, pane fritto e pomodorini. giovedì, gennaio 27, 2011 [...]

  4. Angela scrive:

    @Tery: mi fa piacere avere un parere positivo da una calabrese e, anzi, dato che, come sai, io mi butto sempre sul tradizionale, accetto tutti i consigli possibili ed immaginabili per le prossime ricette calabresi! Scrivimi! :)
    @Elisa: grazie mille! Non sai quanto mi faccia piacere questo tuo commento! :*

  5. [...] This post was mentioned on Twitter by 東増东正国道岛屿国家 , Sara Carbone, Sapori dei Sassi, Riccardo Avenia, Giuseppe Carlucci and others. Giuseppe Carlucci said: Fileja calabrese con nduja di Spilinga, pane fritto e pomodorini. http://t.co/jTrxa0f [...]

  6. [...] Fileja calabrese con nduja di Spilinga, pane fritto e pomodorini. 27 gennaio 2011 Nessun Commento FONTE: Sapori dei sassi Blog [...]

  7. Annamaria scrive:

    Una vera delizia.Conosco i prodotti calabresi perchè le origini della famiglia di mia madre sono calabro-siciliane.Poi a me personalmente piacciono da morire i sapori piccanti e saporiti come in questa ricetta.

  8. Ago scrive:

    Angela i fileja ti son venuti benissimo, altrochè, forse dovevi allungare leggermente il ricciolo, nel senso di lavorare la pasta in modo più trasversale, ma il risultato che hai ottenuto è davvero di gran lunga superiori a quello di tanti calabresi! :-D
    Mi piace anche molto come li hai conditi…uno spettacolo questo primo! :-D

  9. Angela scrive:

    Grazie Ago, attendevo con ansia il tuo parere…sapevo che mi avresti dato un consiglio. Si, effettivamente dovevo allungarlo un po’, me ne sono accorta dopo vedendo le foto dei fileja confezionati. ;) Ma grazie del complimento! Vedrai che i miei prossimi fileja saranno impeccabili! Un bacione! :*

  10. Angela scrive:

    Grazie Annamaria, sono contenta che ti piaccia, torna a leggermi presto allora!

  11. mario scrive:

    Bella ricetta complimenti non avevo pensato all’uso della nduja così! complimenti anche per le foto molto descritive.

  12. [...] sempre morbido.  La Nduja si presta a moltissimi usi in cucina: con la pasta (ricordate la “Fileja calabrese con la Nduja“?), sulla pizza, come ripieno di arancini e focacce, con le uova, con le verdure ecc.  Ma [...]

Leave a Reply

*

*