Riso con 'Nduja di Spilinga su crema di pecorino, per un San Valentino…piccante!

Published on: feb 08 2012 by Angela

Riso con Nduja calabrese.Ricetta San ValentinoScritto da Angela

San Valentino è alle porte e, sebbene tutta l’Italia sia sommersa dalla neve, bisogna pensare a qualcosa di caldo, di piccante per questa ricorrenza.

Lo scorso anno pensai ad un antipasto per San Valentino; quest’anno, invece, avevo bisogno di un primo piatto.  Innanzitutto, c’èra bisogno di qualcosa di caldo per combattere il freddo, ma che fosse, allo stesso tempo, un ingrediente “afrodisiaco”.  E cosa c’è di meglio del peperoncino?  E così ho pensato al prodotto afrodisiaco per eccellenza, al “viagra” del Sud: la ‘Nduja di Spilinga!

Non volevo, inoltre rinunciare alla forma del cuore, simbolo di San Valentino.  Ho pensato, così di riprodurre la forma del cuore con il riso, con l’aiuto di un tagliabiscotti.

Per riuscire a far reggere il riso nella forma che desideravo, ho pensato di non “risottarlo” ma di cuocerlo “all’inglese”: semplicemente l’ho bollito per 10-12 minuti in acqua salata, l’ho scolato ed unito alla nduja.

Trattandosi, quindi, di un riso abbastanza asciutto, ho pensato di accompagnarlo con una crema di pecorino che, una volta amalgamato con il riso, avrebbe reso il piatto più “umido”.  Devo dire che l’esperimento è perfettamente riuscito!

Nella ricetta che vi vado a scrivere, ovviamente indicherò le dosi per due miniporzioni, dato che nella cena di San Valentino…non bisogna appesantirsi troppo!

RISO CON ‘NDUJA DI SPILINGA SU CREMA DI PECORINO

6836085839_ac7fa794a7_bIngredienti (per 2 persone):

140 gr di riso Arborio
1 cucchiaio di Nduja di Spilinga
1/4 di cipolla
olio extravergine d’oliva e sale q.b.

Per la crema di pecorino:
100 ml di panna liquida
2 cucchiai di pecorino
1 noce di burro
pepe q.b.

Procedimento:

Fate bollire il riso in abbondante acqua salata per circa 10-12 minuti.
Nel frattempo, fate soffriggere la cipolla sminuzata molto sottile nell’olio extravergine d’oliva.  Unite la ‘nduja calabrese e fate sciogliere.  Scolate il riso e unitelo alla ‘nduja; mescolate per bene e lasciate intiepidire.

Nel frattempo, preparate la crema di pecorino.  In una casseruola fate sciogliere il burro, versate la panna, infine, il pecorino grattugiato.  Mescolate a fuoco molto lento e, non appena inizia ad addensarsi, togliete dal fuoco.

Ora impiattate.  Versate un mestolino di crema di pecorino al centro del piatto.  Oliate l’interno del tagliabiscotti a forma di cuore e posizionatelo al centro del piatto.  Riempite il tagliabiscotti con il riso con ‘nduja, pressando delicatamente in modo tale che i chicchi di risi si uniscano.

Sfilate il tagliabiscotti, aggiustate con una spruzzata di pepe e decorate con dei piccoli peperoncini piccanti secchi.

Ne approfitto per augurare un felice San Valentino a tutti gli innamorati!

Per restare sempre aggiornato sui temi dell’enogastronomia del Sud Italia, puoi seguirci su Twitter e su Facebook

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Filed under: Ricette, Specialità enogastronomiche calabresi
Tags: , , ,

3 Comments to “Riso con 'Nduja di Spilinga su crema di pecorino, per un San Valentino…piccante!”

  1. Gaia scrive:

    rimango a bocca aperta…
    le tue foto sono sempre piu’ belle!

  2. [...] ho pensato al prodotto afrodisiaco per eccellenza, al “viagra” del Sud: la ‘Nduja di Spilinga!Via blog.saporideisassi.it Share this:TwitterFacebookVind ik leuk:LikeWees de eerste om post te [...]

  3. mario scrive:

    Bella ricetta dell’abruzzo e della calabria non avevo pensato all’uso della nduja così! complimenti anche per le foto molto descritive :)

Leave a Reply

*

*