Spaghetti “alla Sangiuannin”, piatto che profuma di Sud.

Published on: gen 18 2013 by Angela

Scritto da Angela

Dopo due post in cui abbiamo parlato di vino, torniamo alla cucina.  In particolar modo, torniamo alla cucina tradizionale, con un piatto tipico di quasi tutto il sud Italia, dato che rientra nella tradizione lucana, pugliese e calabrese; un piatto che ha innumerevoli denominazioni e varianti negli ingredienti, dato che abbraccia la tradizione di un territorio piuttosto vasto e con caratteristiche comunque differenti.

Gli Spaghetti alla Sangiuannin è un piatto piuttosto estivo, nato per festeggiare San Giovanni (il 24 giugno) ma, vi garantisco, è sulle tavole di noi meridionali praticamente tutto l’anno, anche perché è semplicissimo da preparare e necessita di pochissimi ingredienti, poveri ma genuini.
Innanzitutto, il pomodoro: si può utilizzare il pelato oppure il pomodorino fresco (meglio ciliegino), l’importante è che venga cotto in padella in 5 minuti.  Un sugo, quindi, fresco e digeribile.  Poi ci sono le acciughe: devono essere di ottima qualità (controllate sempre la provenienza!) e non devono avere nemmeno una lisca.  Io utilizzo i filetti d’acciuga di Sicilia sott’olio, che uso insaporire con un po’ di peperoncino.  I filetti di acciuga non sono presenti nella versione lucana della ricetta: la motivazione è chiara, la Basilicata non è propriamente terra di mare.  Sono invece basilari nella versione pugliese e calabrese.

Acciughe sott'olio

E poi ci sono i capperi.  Se avete i capperi in aceto, dovete strizzarli per bene prima di utilizzarli.  A me piacciono molto i Capperi Siciliani sotto sale, solo che in questo caso bisogna stare attenti a non aggiungere altro sale nel sughetto, a meno che non sia necessario (ma tra acciughe e capperi sotto sale, vedrete che il sugo sarà già abbastanza saporito).

Capperi siciliani sotto sale

Per quanto riguarda la pasta, in questa ricetta vengono utilizzati prevalentemente gli spaghetti: tuttavia, in molte varianti regionali questi vengono sostituiti con cavatelli o con ferricelli.

SPAGHETTI ALLA “SAN GIUANNIN”

Ingredienti (per 2 persone):

200 gr di spaghetti
3 cucchiai di olio extravergine d’oliva
10 pomodorini ciliegina (sostituibili con 2-3 pomodori San Marzano)
3 filetti di acciuga sott’olio (più altri 3 o 4 per decorare il piatto)
1 cucchiaio di Capperi di Sicilia sotto sale
una manciata di olive nere dolci
2 spicchi d’aglio
1 pizzico di sale
peperoncino (se gradito)

Procedimento:

Fate soffriggere l’olio e l’aglio.  Aggiungete i filetti d’acciuga e, non appena si saranno sciolti unite i pomodorini tagliati a metà.
Fate cuocere il sughetto per 5-6 minuti sino a quando i pomodorini non inizieranno ad appassire.
Nel frattempo, buttate gli spaghetti in abbondante acqua non molto salata (ricordate che il sughetto sarà già saporito di suo).
Un minuto prima di spegnere il fuoco, togliete i due spicchi d’aglio, aggiungete i capperi e le olive nere.
Scolate gli spaghetti, uniteli al sugo e fate saltare il tutto in padella per un paio di minuti.
Servite e, qualora lo desideriate, decorate il piatto con un paio di filetti d’acciuga.

Spaghetti

Per restare sempre aggiornato sui temi dell’enogastronomia del Sud Italia, puoi seguirci su Twitter e su Facebook

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Filed under: Ricette, Specialità enogastronomiche pugliesi, Specialità enogastronomiche siciliane
Tags: , , ,

3 Comments to “Spaghetti “alla Sangiuannin”, piatto che profuma di Sud.”

  1. Enrico scrive:

    Adoro questi tipi di piatti, semplici ma fantastici.
    Buon weekend.

    Enrico

  2. Angela scrive:

    Grazie Enrico!
    Buon we anche a te!

  3. giuseppe scrive:

    I migliori piatti, complimenti

Leave a Reply

*

*