Zuppa contadina di zucca lunga o "Cucuzza logna"

Published on: ott 24 2011 by Angela

zuppa-zucca-lungaScritto da Angela

Halloween si avvicina, e questa ricorrenza fa immediatamente pensare alla zucca.  Ma, avete notato quante tipologie di zucche esistono?

Beh, sono veramente tante, con forme e colori differenti.

Ed io oggi vi propongo una ricetta che le mie nonne preparano spessissimo in questo periodo, a basa di zucca lunga o, come dicono loro “cucuzza logna“.

Ovviamente, il nome rispecchia la forma della zucca, che può raggiungere anche un metro di lunghezza, anche se quella che vedete in foto era lunga poco  più di 40 cm.

E’ una zucca molto tipica delle regioni meridionali, dalla Campania alla Sicilia.

La zucca lunga, oggi, ve la propongo in una succulenta zuppa, ricetta tradizionale costituita da ingredienti poveri ma genuini.  E’ una classica ricetta contadina, in grado di fornire il giusto apporto di proteine, vitamine e grassi, grazie alla presenza delle uova e del pezzente della montagna materana, presidio Slow Food di Basilicata.

ZUCCA CONTADINA DI ZUCCA LUNGA O “CUCUZZA LOGNA”

Ingredienti (per 3 persone):

1 Kg di zucca lunga
240 grammi di pomodori pelati
1 carota
1 costa di sedano
qualche foglia di basilico
3 uova
100 gr di pezzente della montagna materana
1/2 cipolla
pecorino lucano q.b.
1 bicchiere d’acqua
olio extravergine d’oliva e sale q.b.

Procedimento:

Tagliate a pezzetti la zucca, dopo averla lavata accuratamente e sbucciata.  Affettate la salsiccia pezzente.

Fate soffriggere la cipolla nell’olio extravergine d’oliva.  Quando la cipolla sarà dorata, aggiungete i pelati passati al passaverdure e salate a piacere.  Aggiungete la carota tagliata a rondelle e il sedano. Lasciate cuocere per 5 minuti.

Aggiungete, poi, la zucca tagliata e il pezzente della montagna materana.  Versate nel sughetto un bicchiere d’acqua (il sugo dev’essere lento), coprite e lasciate cuocere a fuoco lento, fino a quando la zucca risulterà morbida, e quindi, cotta.

Circa cinque minuti prima di spegnere il fuoco, aggiungete nella zuppa qualche foglia di basilico fresco e le uova, sgusciate ma lasciate intere.  Coprite nuovamente la pentola, lasciate addensare l’uovo.

Servite in piccole cocotte di ceramica con una bella spolverata di pecorino lucano.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Filed under: Ricette, Specialità enogastronomiche calabresi, Specialità enogastronomiche lucane, Specialità enogastronomiche pugliesi
Tags: , , , ,

Leave a Reply

*

*