La bontà e la magia del Tartufo Bianco

Published on: nov 19 2015 by Daniela

Ci sono alcuni frutti della terra particolarmente pregiati, che meritano di comparire sulle nostre tavole per poter assaporare fino in fondo l’incredibile varietà di sapori, profumi e aromi che la natura ci offre. In particolar modo, il territorio italiano riserva delle chicche che solo i buongustai e gli intenditori sanno apprezzare fino in fondo, come ad esempio il tartufo.

tartufo-bianco-sapori-dei-sassi

I tartufi e il loro inconfondibile aroma
Il tartufo è un tubero che a vedersi sembra tutto tranne che appetibile; eppure le sue virtù erano note e apprezzate fin dall’antichità, tanto che persino l’autore latino Plinio il Vecchio ne parla nella sua Naturalis Historia, scritta nel I secolo dopo Cristo. Il tartufo era apprezzato sulle tavole dei nobili già in epoca romana, e continuerà ad esserlo anche in seguito, nel Medioevo. Inoltre, se ne conoscevano e sfruttavano le proprietà principali: ad esempio, si riteneva che il tartufo fosse afrodisiaco! Ancora oggi, questa credenza non è stata smentita, ma quel che è certo è che questo tubero è ricco di antiossidanti, che rallentano l’invecchiamento cellulare; inoltre favorisce la digestione e soprattutto dona un sapore inconfondibile ad ogni piatto al quale viene aggiunto. Basta usarne anche un pezzo molto piccolo per inondare ogni ricetta del suo peculiare odore. In natura esistono due varietà di tartufo: il tartufo nero, più comune, e quello bianco, più pregiato, entrambe molto diffuse nel nostro Paese.

Il tartufo bianco pregiato
Chi desidera acquistare il tartufo online ha la possibilità di farlo attraverso il nostro shop Sapori dei Sassi. Qui infatti si trova in vendita il tartufo bianco pregiato che viene raccolto nella zona dell’Appennino meridionale, nelle regioni Puglia, Calabria e Basilicata. Le pezzature nelle quali il tartufo è disponibile variano dai 5 ai 15 grammi, ma, come si diceva, basta anche solo una spolverata di questo pregiato tubero su un piatto per insaporirlo. Il tartufo può essere usato per preparare risotti e frittate, ma anche sulla carne, per darle un tocco gourmand davvero unico ed insolito. Per esaltare al massimo il suo aroma, lo si può sfregare su una bruschetta ancora calda; oppure si potrebbe acquistare l’olio aromatizzato al tartufo e usarne qualche goccia per condire il pane caldo.

Il tartufo bianchetto
Il tartufo bianco pregiato è piuttosto costoso, vista la sua sua prelibatezza, e considerata la sua rarità. Su Sapori dei Sassi è possibile comprare anche un altro tipo di tartufo bianco on line, un po’ meno pregiato e saporito, ma forse apprezzabile dai più anche per quest’ultima caratteristica. Si tratta del tartufo bianchetto che a sua volta viene raccolto nelle aree appenniniche di Calabria, Basilicata e Puglia. Si tratta di una varietà intermedia tra il bianco e il nero, e come si diceva si distingue dal tartufo bianco pregiato non tanto all’aspetto, sono anzi molto simili, quanto più per il sapore. L’aroma del bianchetto è molto meno intenso rispetto al bianco; ma proprio per questo viene preferito da molte persone che trovano troppo forte il sapore del tartufo. Anche il bianchetto si può usare con la stessa modalità del tartufo bianco, per condire piatti di ogni genere. Possiede le stesse proprietà nutritive, ma ha un costo decisamente più ridotto. Il tartufo, di qualunque tipo esso sia, deve essere conservato, dopo l’acquisto e dopo l’utilizzo, nella seguente maniera. Lo si deve avvolgere con della carta assorbente e poi mettere in frigorifero; la carta deve poi essere cambiata ogni giorno, perché assorbe completamente gli umori del tubero. Usando queste accortezze, il tartufo conserverà le sue caratteristiche aromatiche a lungo, e quindi lo si potrà centellinare, usandolo poco alla volta in cucina, per dare vita a tanti piatti diversi, sempre unici ed originali.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Filed under: Sapori dei Sassi

Leave a Reply

*

*