La focaccia pugliese: la ricetta classica della nonna

Published on: set 15 2015 by Daniela

La focaccia pugliese è un alimento che può essere mangiato in ogni occasione, a pranzo, a cena, come merenda, come aperitivo, passeggiando per strada, insomma ogni momento è buono per gustare a morsi questa delizia tipica del sud.
E’ ottima da gustare appena sfornata, pertanto, data la carenza di forni che la preparano nel resto di Italia, vi vogliamo svelare i segreti per preparare in casa un’ottima focaccia che sembri uscita dal forno della nonna!
Le dosi che verranno date in questa ricetta sono sufficienti per una focaccia molto grande, quindi se si desidera prepararne solo per poche persone si consiglia di dimezzare le dosi. Si consideri che con queste dosi verrà una focaccia di circa 40/45 cm di diametro.

Bread dough Focaccia. Italian Food.

Per prima cosa pensiamo agli ingredienti, che devono essere di ottima qualità se si desidera ottenere un ottimo risultato. Ecco perchè ci permettiamo di consigliarvi l’acquisto di questi su Sapori dei Sassi, dove i prodotti, tipicamente del Sud Italia, sono selezionati con gran cura appositmente per voi, per garantirvi solo la migliore qualità.

Ingredienti (focaccia di circa 40/45 cm di diametro)
Farina di semola, rimacinata e di grano duro, 200 gr.
Patate 100 gr.
Lievito madre 200 gr.
Sale 10 gr.
Acqua 300 ml.
Farina di tipo 0 300 gr.
Olio 50 ml
Altro ingrediente fondamentale per la riuscita della ricetta è l’olio. Per garantirvi il tipico sapore pugliese, si consiglia l’uso di olio extravergine di oliva del sud Italia.

Condimento
Pomodorini, olive nere e origano a piacere.

Ora che abbiamo tutto il necessario possiamo procedere con la magia!

Procedimento
Iniziamo lessando le patate e schiacciandole, come per preparare il purè. Uniamo poi alle patate schiacciate la farina 0 e la farina di semola. Uniamo anche il sale ed il lievito. Ora occorre impastare il tutto. Si consiglia di farlo a mano poiché il calore sprigionato dal vostro lavoro manuale aiuterà a fare sviluppare la maglia glutinica della farina, rendendo l’impasto più elastico. Ovviamente per impastare sarà necessaria l’aggiunta di acqua. Aggiungetela poco alla volta e possibilmente a temperatura ambiente.
Quando l’impasto è abbastanza uniforme possiamo procedere con l’aggiunta dell’olio. Impastiamo nuovamente, almeno per 10 minuti, fino a che non otteniamo una palla che sia ben staccabile dalla ciotola. La palla dovrà risultare liscia ed elastica.
Oliamo ora per bene il nostro piano di lavoro e poniamoci sopra la nostra palla di impasto. Fate attenzione a non utilizzare un piano di legno, poiché tale materiale assorbirebbe l’olio! Rigiriamo per bene la palla fino a che non si sarà oliata da tutti i lati.
Ora prendiamo una placca da forno e oliamo anche quella. La placca non deve essere troppo grande altrimenti in cottura l’impasto tenderebbe a espandersi troppo, facendo diventare la nostra focaccia troppo sottile.
Lasciamo ora lievitare il tutto a temperatura ambiente per circa una notte (10 ore), senza coprirlo.

Per sapere se il vostro impasto è lievitato in maniera corretta, provate a farvi un’impronta con il dito: se la palla ritorna alla forma originaria significa che tutto è andato come previsto, altrimenti occorrerà lasciare lievitare ulteriormente.
Stendiamo ora la nostra pasta dandole la forma della focaccia e proseguiamo con il condimento! Prima di stendere la pasta nella teglia si consiglia di passarvi sotto e sopra dell’altro olio, per rendere poi il risultato più croccante.
Tagliamo i pomodorini a metà, appoggiandoci su di un piatto e disponiamoli sulla focaccia con la parte tagliata rivolta verso il basso. Utilizziamo anche tutto il succo colato nel piatto per meglio condire la nostra focaccia.
Completiamo il tutto con le olive nere snocciolate, altro olio, sale e ovviamente l’origano secco.

Facciamo ora cuocere la nostra focaccia a 270° per 20 minuti, ma ognuno conosce le potenzialità e i tempi di cottura dei propri forni, quindi ogni tanto buttate un occhio al forno, può darsi che occorra più o meno tempo per la cottura.
Quando sarà pronta dovrà avere un’altezza di circa 1,5 cm e avrà un profumo che vi farà impazzire.
Si consiglia di mangiarla calda, appena sfornata, ma sarà ottima anche il giorno dopo.

Non ci resta che augurarvi buon appetito!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Filed under: Ricette, Sapori dei Sassi

Leave a Reply

*

*