Ma è un pomodoro? No, è la MELANZANA ROSSA di Rotonda.

Published on: Nov 25 2009 by Angela

melanzana rossa di rotondaSe camminando nelle campagne lucane, e precisamente nell’area dell’Alta Val D’Agri, e ci troviamo davanti a larghissime distese di ortaggi rossi, non passiamo essere sicuri che si tratti di pomodori perché la Basilicata offre un prodotto davvero particolare ed unico: la Melanzana Rossa.

Nel dialetto locale viene chiamata “merlingiana a pummadora”  in quanto è grande quanto una mela ed ha la forma ed il colore di un pomodoro.  Non ha nulla a che vedere con le tipiche melanzane nere o viola che siamo generalmente abituati a trovare nei banchi frigo e che sono originarie dell’India: la melanzana rossa, infatti, appartiene ad una rara specie giunta a noi dall’Africa alla fine del XIX secolo ed importata dai reduci delle guerre coloniali in Etiopia.

La Melanzana Rossa di Rotonda viene prodotta e coltivata esclusivamente nella provincia di Potenza, in particolare nei comuni di Rotonda, Viggianello, Castelluccio Superiore e Castelluccio Inferiore, situati nella zona del massiccio del Pollino, al confine con la Calabria.

Questa melanzana presenta un colore arancio con leggere sfumature verdognole, all’inizio della maturazione, e rossastre di maggiore intensità, a ciclo completato; un profumo intenso e fruttato che ricorda il fico d’India; una polpa discretamente carnosa che non annerisce nemmeno dopo parecchie ore dal taglio.  Infatti, la caratteristica principale della “Melanzana Rossa di Rotonda”, che tanto la differenzia dallo standard qualitativo delle altre melanzane prodotte in altre zone, è il basso contenuto di acido clorogenico responsabile dell’imbrunimento della bacca. Il contenuto di acido clorogenico della melanzana comune risulta in media pari a 4300 ppm (parti per milione), nettamente superiore al valore di quello della “Melanzana Rossa di Rotonda” (pari mediamente a 800 ppm). Si tratta di una caratteristica di notevole interesse da parte dell’industria agro-alimentare e conserviera, poiché il basso contenuto di acido clorogenico consente di mantenere per molto tempo la polpa bianca, anche dopo il taglio delle bacche.  Al palato è giustamente piccante con un gradevole finale amarognolo e si consuma sott’olio e sott’aceto, raramente fresca appena colta; sono apprezzate in cucina anche le tenere e gustose foglie che si differenziano nettamente da quelle della melanzana comune per forma e dimensioni.

Nonostante la sua peculiarità e le sue caratteristiche organolettiche, la Melanzana Rossa di Rotonda è conosciuta prevalentemente a livello locale.  In passato ha addirittura rischiato di estinguersi, ma successivamente, l’impegno di alcuni agricoltori, di operatori turistici locali e di alcuni enti ha consentito la valorizzazione della Melanzana Rossa di Rotonda.  Ciò ha portato al riconoscimento della Melanzana Rossa nel 2002 come uno dei quattro presidi Slow Food della Basilicata (insieme al Caciocavallo Podolico, al pezzente ed alle Olive infornate di Ferrandina) e alla proposta per il riconoscimento del marchio DOP.  Con il Decreto del 2 aprile 2008, pubblicato sulla G.U. numero 89 del 15 aprile 2008, la Melanzana Rossa di Rotonda ha ottenuto la protezione transitoria da parte del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali.  Ed ora, si attende il perfezionamento dell’iter per la registrazione da parte della Commissione europea.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Filed under: Sapori dei Sassi
Tags: , , , ,

7 Comments to “Ma è un pomodoro? No, è la MELANZANA ROSSA di Rotonda.”

  1. […] già parlato qui delle Melanzane Rosse di Rotonda, della loro peculiarità e della tipicità.  Cercavo un modo per […]

  2. Paoletta ha detto:

    Ma daiii, sai che anche io l’avevo scambiata per un pomodoro, quando l’ho fotografata al food&wine vicino Potenza qualche giorno fa??

  3. admin ha detto:

    Immagino! Pensa, cara Paoletta, che anch’io le ho scoperte da poco (pur essendo lucana), da quando mi sono avvicinata all’enogastronomia della mia regione…
    E c’è tanto altro ancora da scoprire, molto altro di cui parlare….

  4. Elvira ha detto:

    mai vista! Ho tardato un po’ ad arrivare sul vostro blog, ma sto scoprendo un sacco di cose :)

  5. Angela ha detto:

    Sono contenta Elvira! Sono contenta di farti conoscere specialità uniche della mia terra! Un bacio

  6. Ciao a tutti non conoscevo affatto queste melanzane l’anno scorso passeggiando per New York in um supermercato ho trovato per terra un pomodorino rosso strano , l ho preso e messo in tasca, quest’anno curiosissima l ho piantato , ora sono piena invasa di piante sparse un po dappertutto nel mio terreno pensando fossero bacche strane colorate e divertebnti, e vai a pensare che sono italiane!!!!!!gli ho fatto fare il giro del mondo e le ho riportate a casa!!!ciao

  7. Giuseppe ha detto:

    @Maria Teresa: ma tu guarda quant’è strana la vita…!

Leave a Reply

*

*